Guida ai servizi

Gravidanza a rischio: rilascio del provvedimento di astensione anticipata - interdizione dal lavoro

La lavoratrice in attesa di un figlio, con problemi di salute legati all'evoluzione della gravidanza, può chiedere l’interdizione dal lavoro per gravidanza a rischio.
Il percorso da seguire è lo stesso, sia per la lavoratrice dipendente da impresa privata sia per la dipendente da Ente pubblico.

Dal 5 novembre 2012 la richiesta di “interdizione dal lavoro per gravidanza a rischio”, con il certificato medico che attesta la gravidanza a rischio (per gravi complicanze della gestazione o preesistenti forme morbose che si presume possano essere aggravate dallo stato di gravidanza), deve essere presentata all’Azienda Usl e non più alla Direzione territoriale del lavoro come accadeva fino a questa data.

Per il rilascio del certificato vedi “Gravidanza a rischio – rilascio del certificato medico ai fini dell’astensione anticipata - interdizione dal lavoro

Una volta in possesso del certificato di gravidanza a rischio, la donna deve presentare domanda di rilascio del provvedimento di astensione anticipata – interdizione dal lavoro alll’Azienda Usl, la quale rilascia un provvedimento in triplice copia, per la lavoratrice, per l’INPS, per il datore di lavoro. Per sapere dove andare vedi “Dove rivolgersi”.

L'astensione anticipata dal lavoro può essere richiesta anche per rischi che derivano dalle mansioni lavorative svolte. In questo caso la donna in stato di gravidanza deve rivolgersi alla Direzione regionale del lavoro e presentare un certificato medico rilasciato dal proprio ginecologo (privato o pubblico), nel quale sia indicato lo stato di gravidanza e la data presunta del parto.


Dove rivolgersi

* obbligatorio

numero verde: 800033033

Nuova ricerca

cerca quello che ti serve inserendo una o più parole significative

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271
Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it