Guida ai servizi

Esenzione dal pagamento del ticket per gravidanza

Le coppie che desiderano avere un bambino e le donne in stato di gravidanza hanno diritto ad eseguire gratuitamente - senza pagare il ticket - alcune visite ed esami specialistici e diagnostici, utili per tutelare la loro salute e quella del nascituro:
- le visite mediche periodiche ostetrico-ginecologiche;
- alcune analisi da eseguire prima del concepimento, per escludere la presenza di fattori che possano incidere negativamente sulla gravidanza. Se la storia clinica o familiare della coppia evidenzia condizioni di rischio per il feto, possono essere eseguite in esenzione tutte le prestazioni necessarie ed appropriate per accertare eventuali difetti genetici, prescritte dal medico specialista;
- gli accertamenti diagnostici per il controllo della gravidanza fisiologica indicati, per ciascun periodo di gravidanza. In caso di minaccia d’aborto, sono da includere tutte le prestazioni specialistiche necessarie per il monitoraggio dell’evoluzione della gravidanza;
- tutte le prestazioni necessarie ed appropriate per la diagnosi prenatale in gravidanza, nelle specifiche condizioni di rischio per il feto, prescritte dallo specialista;
- tutte le prestazioni necessarie ed appropriate per il trattamento di malattie (preesistenti o insorte durante la gravidanza) che comportino un rischio per la donna o per il feto, prescritte di norma dallo specialista.

Chi ha diritto all’esenzione per gravidanza:
- Cittadini italiani, comunitari e stranieri iscritti al SSN (Servizio sanitario nazionale)
- Cittadini comunitari in possesso di TEAM (tessera europea assicurazione malattia)
- Cittadini comunitari non in possesso di TEAM e privi dei requisiti per l’iscrizione al SSN
- Cittadini stranieri titolari di tessera STP (straniero in soggiorno temporaneo), se l’esenzione è indicata sulla ricetta prescritta dal medico di medicina generale o dallo specialista di struttura pubblica.

Come si usufruisce dell’esenzione
Il medico riporta nell’apposito spazio della ricetta il codice di esenzione relativo alla settimana di gestazione in cui le visite/esami devono essere erogate. Questi i codici :
- M00 : esente per stato di gravidanza in epoca pre-concezionale
- M01- M41 : esente per stato di gravidanza in gravidanza ordinaria
- M50 : esente per stato di gravidanza in gravidanza a rischio
- M52 : ulteriori prestazioni in gravidanza erogate al personale navigante

Occorrono ricette distinte per le visite/esami esenti e per quelle non esenti.

La visita ostetrico-ginecologica in gravidanza viene effettuata in libero accesso, cioè senza ricetta medica.

Quali prestazioni sono previste in esenzione dal ticket e quindi gratuite:
- in fase preconcezionale: il Decreto ministeriale 10 settembre 1998 Allegato A riporta l’elenco delle prestazioni specialistiche per la tutela della maternita' responsabile, escluse dal pagamento del ticket
- in caso di gravidanza fisiologica: con DGR 1704/2012 sono state recepite le linee guida nazionali “Gravidanza fisiologica” e fornite indicazioni per l’accesso alle prestazioni a tutela della maternità in Emilia-Romagna. L'allegato 2 di tale delibera contiene l’elenco delle prestazioni specialistiche per il controllo della gravidanza fisiologica escluse dal pagamento del ticket.
Resta comunque valido il D. M. 10 settembre 1998 allegato B (prestazioni specialistiche per il controllo della gravidanza fisiologica, escluse dal pagamento del ticket)
- in caso di gravidanza a rischio: tutte le prestazioni necessarie ed appropriate per il trattamento di malattie (preesistenti o insorte durante la gravidanza) che comportino un rischio per la donna o per il feto, prescritte di norma dallo specialista.
- diagnosi prenatale: il D.M. 10 settembre 1998 allegato C riporta le condizioni di rischio che prevedono l’erogazione in esenzione dal ticket delle prestazioni di diagnostica strumentale e laboratorio necessarie e appropriate per la diagnosi prenatale.

numero verde: 800033033

Nuova ricerca

cerca quello che ti serve inserendo una o più parole significative

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271
Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it