Guida ai servizi

Verifica su apparecchi di sollevamento ed idroestrattori nei luoghi di lavoro

Le verifiche di sicurezza degli apparecchi di sollevamento e degli idroestrattori installati nei luoghi di lavoro hanno lo scopo di controllarne lo stato di conservazione e il funzionamento, per la sicurezza dei lavoratori e di coloro che le utilizzano.

Il datore di lavoro che inserisce una di queste attrezzature nel suo stabilimento o nel cantiere di cui è titolare deve darne immediata comunicazione alla sede INAIL competente per il territorio dove queste apparecchiature sono installate, che assegna un numero di matricola e lo comunica al datore di lavoro.
Poi il datore di lavoro deve presentare richiesta, sempre all’INAIL, per la prima verifica dell’impianto; per i controlli successivi periodici bisogna invece rivolgersi all’Unità impiantistica antinfortunistica dell’Azienda Usl.
Tempi e scadenze dei controlli sono stabiliti dal decreto legislativo 81 del 2008, allegato 7°.

La richiesta per la prima verifica va presentata all’INAIL, con un apposito modulo messo a disposizione, almeno 60 giorni prima della scadenza dei termini stabiliti dal decreto 81/2008.
Nella richiesta il datore di lavoro deve indicare anche l’impresa privata o il soggetto pubblico abilitato a cui rivolgersi se l’INAIL entro questi 60 giorni non è in grado di effettuare la verifica.

Le successive verifiche periodiche devono essere richieste all’Unità operativa impiantistica e antinfortunistica dell’Azienda Usl almeno 30 giorni prima della scadenza dei termini stabiliti dal decreto 81/2008 . Anche in questo caso il datore di lavoro deve indicare nella richiesta anche l’impresa privata o il soggetto pubblico abilitato del quale l’Azienda Usl può avvalersi nel caso non sia in grado di effettuare la verifica entro il termine di 30 giorni.

Nel portale saluter si possono trovare:
- il modulo di richiesta della verifica periodica all’Azienda Usl
- il testo del decreto 81 che definisce i termini e le scadenze dei controlli
- l’elenco completo delle attrezzature e degli impianti da verificare
- l’elenco dei soggetti pubblici e privati abilitati alle verifiche (qualora INAIL e Azienda Usl non siano in grado di effettuarle nei termini previsti).

Dove rivolgersi

* obbligatorio

numero verde: 800033033

Nuova ricerca

cerca quello che ti serve inserendo una o più parole significative

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271
Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it